Setsuzan con bambola Daruma

Neofinetia falcata setsuzan 雪山

Nuovi atterraggi in casa e si tratta di 2 piccole Neofinetia: Setsuzan e Kinkosei. Partiamo dalla più grandicella, Setsuzan 雪山.

Due parole sulla variegatura

Setsuzan (qui immortalata con l’amica bambola Daruma 👆) è una Neofinetia di medie dimensioni, variegata “tiger”, gruppo così chiamato perché le strisce dovrebbero ricordare quelle della tigre. In verità le variegature sono talmente tante e talmente tanto diverse che non sempre il felino è la prima cosa che balza alla mente.

Quello della variegatura peraltro è un tema è molto caro ai collezionisti perché poche altre specie sono in grado di esibire una simile gamma di combinazioni. Non solo, la stessa pianta è talvolta in grado di produrre getti dal “tema” diverso da quello del genitore… il che manda in visibilio ogni cultore, e ne può aumentare sensibilmente il valore. 

Neofinetia Setsuzan


Il nome

Come spesso accade, anche Setsuzan 雪山 può ringraziare i giapponesi per aver scelto un nome poetico, significa infatti Montagna Innevata. Le lunghe foglie scure, con un pizzico di fantasia, si trasformano in un prato cosparso di chiazze di neve, un po’ come quando spunta la primavera.


Luce

La luce per le variegate è sempre un bel problema da gestire, ma quello che ho trovato qua e là nel web finora mi fa concludere quanto segue: assumendo che ci siano 5 fasce di luminosità, dove 1 è alta e 5 bassa, Setsuzan può collocarsi al quarto livello.

Non richiede luce intensa, perché la parte di foglia con la variegatura potrebbe scottarsi più facilmente a causa del colore chiaro. Più la variegatura è chiara (e il range di colori va dal giallo al bianco/verdino), più è sensibile alla luce forte.

In generale, più c’è luce e più la variegatura si fa marcata, si tratta solamente di trovare il giusto punto di equilibrio in modo da non far bruciare le foglie.

E a proposito, le chiazze di Setsuzan non sono temporanee, una volta che la foglia sarà completamente formata rimarranno lì, gelide, anche nei giorni di afa estiva.

Neofinetia Setsuzan
©Matt Woelfsen

I fiori sono bianchi, standard, la punta delle nuove radici rosso scuro/marrone e lo tsuke, quella linea dove le foglie si attaccano, crescente. 

👉 Breve ripasso finale dello tsuke per i non addetti ai lavori:

月型 – Tsukigata – crescente
波型 – Namigata – a onda
山型 – Yamagata – a montagna
一文字型 – Ichimonjigata – linea retta

4 pensieri su “Neofinetia falcata setsuzan 雪山”

  1. bello quest’articolo, grazie ad Anita ! vorrei prendere una neo variegata,ma non riesco a decidere..le vostre informazioni sulla luce sono molto utili
    eleonora

      1. ciao Anita, sto studiando per comprare nuove neo , grazie per il suggerimento !
        mi piacciono tanto anche i moniliformi coltivati in sfagno…finito sto periodo penso di premiarmi !!
        Voi state bene, tutto a posto ?

        1. Sì Eleonora, noi tutto bene grazie. Dicevamo che con la scusa di questa quarantena le piante non sono mai state tanto curate 😂

Lascia un commento