Neofinetia Kinkosei

Kinkosei, la Stella Dorata 金光星

Credo che questa piccola pianta spieghi perfettamente il perché io mi sia appassionata alle Neofinetia: la diversità che pavoneggiano l’una dall’altra queste orchidee made in Japan è a dir poco incredibile.

Di più: in natura non pensi neanche possano esistere certe cose. E invece arriva Kinkosei 金光星 Andiamo con ordine.

Le origini

O per meglio dire, il ritrovamento di Kinkosei nella prefettura di Shizuoka si perde nella notte dei tempi. Ogni Neofinetia viene sempre accuratamente registrata, ma se ricerchiamo notizie più precise, in alcuni casi (e neanche così pochi per la verità) troviamo solo un laconico “old”.

Mettiamola così: ha una certa regal anzianità. E magari ha pure fatto a tempo a vedere Samurai e Imperatori del periodo Edo.

Prefettura Shizuoka Giappone

Stella Dorata

Veniamo al clou. Kinkosei è una variegata “tiger”, e nel mondo delle Neofinetia di variegature ce ne sono veramente tante. La sua però è unica e ti chiede solo un po’ di luce per palesarsi.

È un po’ difficile spiegare la magia che trasforma delle foglie dall’aspetto malaticcio in una piccola costellazione.

Sta di fatto che la prima volta che l’ho vista ho provato perfino un inizio di pietà: bella piantina, per carità, di piccole dimensioni, molti getti laterali… ma ste foglie… con quegli avvallamenti, ispessimenti, chiazze più sottili…più chiare…sgraziate come un bacello di soia.

Neofinetia Kinkosei

Poi la metti contro luce e cambia tutto: le chiazze malaticce abbracciano la luce e diventano stelle.

Neofinetia Kinkosei

Neofinetia Kinkosei

Neofinetia Kinkosei

Bella, no? Una chicca immancabile in collezione.

Come le altre Neofinetia vive in un substrato di bark medio con un po’ di carbonella, e da un paio di giorni (siamo a fine ottobre) l’ho spostata in una stanza fredda per il riposo invernale.

Ora brilla verso Nord. Chissà se dall’Altopiano di Asiago vedranno un lumino in lontananza…

Lascia un commento